S.E. Il Prefetto di Roma,Via IV Novembre,9- 00187 Roma

S.E. Il Questore di Roma Via S.Vitale, 4- 00187 Roma

Roma,27/Febbraio 2001
Oggetto: Manifestazione del II° Carnevale di Roma Patrocinato dal Partito Italiano Nuova Generazione.




"SOTTO LA PIOGGIA"





Sotto la pioggia,sembrerebbe il titolo di una vecchia canzone,ma si tratta invece,delle condizioni atmosferiche avverse,affrontate dal sottoscritto Pietro Sabato,durante la mattinata del 25 Febbraio 2001 per l'allestimento dei carri allegorici del II° Carnevale di Roma (totalmente patrocinato dal Partito Italiano Nuova Generazione e precisamente, con i denari del Presidente sottoscritto) utili per la sfilata che doveva avere luogo alle ore 11, in Piazza Cinecittà, altezza civico N.11, per incanto a quell'ora, ha smesso di piovere,ma delle forze dell'ordine, precedentemente informate e concordato circa il nostro programma di sfilata, neanche l'ombra; a questo punto il sottoscritto si è prodigato ha telefonare in Questura, sollecitando la presenza delle forze dell'ordine, e subito dopo, c'è stata concessa la grazia della loro presenza. Ho esposto il mio programma di sfilata al comandante della pattuglia e ho ricevuto un secco diniego, annullando con prepotenza il mio programma e mi ha ordinato di sfilare diversamente, cioè dalla parte destra della carreggiata stradale di via Tuscolana, mentre dalla parte sinistra, sfrecciava il traffico di autovetture delle ore11,30 circa, se poi si considera ,che nella nostra manifestazione, era presente un cavallo con un cavaliere e facile intuire, che è stata sfiorata la disgrazia; la nostra manifestazione, sembrava un gregge di pecore, con il pastore davanti e il cane alle spalle, o meglio dire,il nostro carnevale, sembrava un funerale, fatto di fretta ,come se si trattasse di un parente lontano. In breve per accompagnare il defunto sono bastati 15 minuti. Pubblicheremo appena possibile, nel nostro sito www.nuovagenerazioneroma.it le foto del funerale del carnevale.Per realizzare questa manifestazione, sono occorsi mesi di preparazione, molta dedizione e poco denaro, ma troppo, per una sola persona, che vive con la sola fatica delle proprie braccia, lo scopo prefisso, era quello di realizzare la vidimazione di n.1000 firme per poter partecipare alla candidatura a Primo cittadino di Roma, e n.3500 per partecipare alle elezioni politiche.Vedersi sfumare tutto ciò, è veramente demoralizzante per un cittadino politico emergente. Pertanto, chiedo alle Autorità in indirizzo, i permessi relativi per comunicare il nostro programma politico a tutti i cittadini Italiani in tutte le città d'Italia, con la mia autovettura, munita da due altoparlanti, un microfono e uno sgabello di legno, (lo stesso sgabello usato da mio padre, che ricordo con molto affetto, che seduto su di esso, lavorando da calzolaio, ha riscattato il locale dove il sottoscritto oggi esercita la professione di litografo) così come, si conviene in tutti i paesi democratici e per citarne qualcuno,dico l'Inghilterra.Il 30 Ottobre 2000 è stata fatta dal sottoscritto la domanda alla RAI per poter accedere alla trasmissione Porta a Porta e esporre il mio programma, ma la mia lettera è rimasta nel cassetto, oppure già cestinata.E' mio dovere di cittadino Politico, rispondere presto all'appello, " il mondo fa schifo e nessuno fa niente per migliorarlo", pronunciato,il 25 Febbraio 2001 nel telegiornale delle 20,30, da una cittadina di Novi Ligure, dove è accaduto il macabro duplice delitto, dopo questa aspra affermazione, è necessario far sapere a tutti, che un cittadino, vero operaio imprenditore,ha fondato un partito politico, i cui principi fondamentali, sono quelli, di cautelare le nuove generazioni, da questi misfatti, causati, dalla psiche malata ,per l'uso ormai dilagante della droga.

Sono in attesa di un Vostro repentino riscontro.
Distinti Saluti
Pietro Sabato




Copia per conoscenza:

All' illustrissimo Presidente della repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi - Palazzo Quirinale 00187 -Roma


Comando Generale dell'Arma Viale Romania,25-00197 Roma



- GUARDA LE FOTO -


Torna all'indice