Roma, 06 Luglio 2003

 

Copia conoscenza : Procura Della Repubblica Italiana, - Piazzale Clodio,12 – 00198 Roma

 

Oggetto:

Chiarimenti richiesti dal Presidente del P.I.N.G. ai Registi della Trasmissione “Azzardo” di Rai Uno

 

Lo scrivente è Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

Egregi Registi, Presentatori e Produttori Rai della trasmissione in oggetto, esattamente il 14 Luglio del 2002, circa un anno fa, ho inviato una E mail provocatoria riguardante vari episodi di Tv spazzatura, emersi durante le trasmissioni “Scherzi a Parte” andate in onda lo scorso anno su Canale 5, Vostra acerrima Tv concorrente, ed in seguito ad una mia zelante Petizione presentata alla Procura della Repubblica Italiana, si è conclusa repentinamente dopo alcune settimane con lieto fine per gli occhi e il gusto dei telespettatori, sospendendo tale trasmissione, ma purtroppo senza alcun “Gossip”, nessuno ha mai parlato che un piccolo Davide sia riuscito a tanto.

E’ mia supposizione, che i panni sporchi si lavino in famiglia, e data la situazione attuale, è facile pensare, che ormai essendo oggi le famiglie riunificate, si è preferito tacere, risolvendo il caso, cambiando il titolo e i contenuti a tale trasmissione, sostituendola con un’altra chiamata: “L’Eredità”, quella dove ancora si punta il dito.(Per gli amici lettori consultare il sito agli articoli “La Rosina“ e gli altri due successivi.

Non vorrei essere pedante, ma visto e considerato che la trasmissione in oggetto sia riemersa all’improvviso, approfitterei riproponendoVi il medesimo quesito con la relativa domanda:

Quale piccolo personaggio politico nel 2002 con una petizione è riuscito a far sospendere la trasmissione televisiva: “Scherzi a Parte”? E Perché?

Sperando di aver avanzato una errata ipotesi, a proposito dei panni sporchi…, concludo, cogliendo l’occasione per conoscere, (come semplice cittadino, abbonato al canone Tv), il Vostro parere critico sui contenuti del copione del Film “Politico per Caso e Politico da Sempre” inviato recentemente alla Rai dal sottoscritto, ( Presente nel Sito del Partito ) e se interessati a realizzare insieme questa opera, ritenuta a mio giudizio indispensabile, per raccontare il realismo di 50 anni fa, del tutto ignorato dalle nuove generazioni, evitando di cancellare dalla nostra cultura, il nostro passato.

Da una indagine del sottoscritto, nessuna persona dai 10 ai 40 anni, ha mai sentito parlare del Pitale e delle sue trascorse indispensabili e nobili funzioni.

La domanda sorge spontanea: l’ avete fatta mai nel Pitale? Se sì, rivelatelo senza vergogna ai vostri figli e ai vostri nipoti.

Parlare di Pitali… porta fortuna.

 

Distinti Saluti

 

                                                                                                                              Pietro Sabato