Roma, 6 Novembre 2016 ore - 21,25

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 6 Novembre c.m. di cui: Prendere… Piedi… Tiro… Forchetta… Ala… e la soluzione della ghigliottina è stata: PUNTA.

Carissimo Fabrizio, dopo diciotto anni di calvario, secondo Voi tutti potevo tollerare questo ulteriore sopruso in casa mia? Apporre sull’entrata del portone di ingresso del condominio, in cui abito, una targa pubblicitaria super occulta, poiché non ho dato alcun permesso di affissione del genere, inoltre, vederla in ogni momento che esco oppure che entro in casa, è veramente deleterio per la mia psiche, mi sentirei un appestato con questa nuova affissione pubblicitaria. Questo è un sopruso, meglio dire una forzatura di potere, che potrebbe generare, l’ira funesta del Pelide, PIETRO.

Pertanto chiederò al PM Dott. Francesco Polino di far rimuovere questa vergognosa targa pubblicitaria. Inoltre puntualizzo, che secondo le leggi vigenti, in un condominio di appena sei piccoli appartamenti non è obbligatorio assumere un amministratore esterno. Per cui se un solo condomino si oppone, l’amministratore va a comandare a casa sua. Inoltre ribadisco il concetto più semplice possibile, in casa mia, decido io, se io voglio, chiamo la donna di servizio, altrimenti, ne faccio a meno, come effettivamente faccio da 18 anni. Ripeto, per il sottoscritto, non funziona il detto : a segn cacc u padrone da ient a vegn!

Concludo, carissimo Fabrizio, aver preso di punta questo signore è stato il minimo che ho potuto fare, denunciando il fatto. Invece, approvare il mio disegno, quello di governarci da soli, è il principio basilare, per una pacifica convivenza, ed un notevole risparmio.

Ciao Pietro

Roma, 7 Novembre 2016 ore - 20,49

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 7 Novembre c.m. di cui: Essere… Bianco… Lampo… Punti… Strappo… e la soluzione della ghigliottina è stata: Dieta

Carissimo Fabrizio, come prima notizia ti annuncio che questa mattina alle ore 8,50 ho consegnato in Procura la denuncia di abuso di affissione, da parte dell’Amministratore del mio Condominio : a segn cacc u padrone da ient a vegn!

Altro: per quanto riguarda le opzioni di questa serata ed alla soluzione della ghigliottina, si intuisce che le cose si mettono nuovamente male per il sottoscritto. Ieri sera già mi vedevo a Punta Ala, una bellissima località turistica, spaparanzato nel salone dell’hotel, con un vassoio colmo di frutta di stagione, invece questa sera secondo le opzioni espresse in oggetto, addirittura mi vedo costretto a fare una dieta stretta, a base di riso in bianco.

Concludo, spero di essermi sbagliato nell’interpretare negativamente i vostri messaggi subliminali, ora tocca a voi ad essere più espliciti, e riferirmi come effettivamente stanno le cose. Mi piacerebbe pensare che le mie variegate controversie siano in un lampo giudicate positivamente.

Ciao Pietro

Roma, 8 Novembre 2016

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: Presidente del Consiglio, Dott. Matteo Renzi a mezzo E mail

A: Ministro della Giustizia, Dott. Andrea Orlando a mezzo E mail

Oggetto: secondo i sondaggi del referendum del 4 Dicembre p.v. valutati ieri sera durante la trasmissione del Vespone, prevedono la vittoria del NO.

Egregi Onorevoli, attenzione battaglione! Visti questi sondaggi negativi espressi in oggetto, Vi esorto a chiamarmi in campo, anche come soldato semplice per difendere il referendum del Sì. Non potete immaginare quanto lavoro io posso sviluppare in una sola giornata.

Urge uno sputtanamento radicale se si vuole veramente vincere il referendum.

Concludo, mancano appena 23 giorni, è ora di darsi una mossa, sono a vostra completa disposizione, datemi una leva e io vi solleverò il POPOLO, dalla parte del Sì.

Ossequi,

Il Presidente, Pietro Sabato

Roma, 10 Novembre 2016 ore 7,25

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione.

A: Procura della Repubblica, Piazzale Clodio, 12 - Roma alla Cortese Attenzione del PM - Dott. Francesco Polino - Denuncia del 04/10/2016 – protocollata con - nr. 87977 ed è stata contrassegnata in data 18/ 10/ 2016 al Procedimento - NR. 11746/ 16/ K.

C.P.C. : CSM alla Cortese attenzione del Presidente della Repubblica, Prof. Sergio Mattarella a mezzo E mail diretta

C.P. C. : Presidente del Consiglio Dott. Matteo Renzi a mezzo E mail diretta

C.P. C. : Ministro della Giustizia Dott. Andrea Orlando - a mezzo E mail diretta

C.P. C. : ANSA a mezzo E - mail diretta

C.P. C. : Carabinieri a mezzo E - mail diretta

C.P. C. : Polizia di Stato a mezzo E - mail diretta

Oggetto: braccio di ferro tra lotterie di Stato ed il Sottoscritto Pietro Sabato, desidero questo chiarimento.

Le lotterie di Stato sono trasparenti? Accipicchia che domanda…

Egregio Dott, PM Francesco Polino, visto che sta valutando le mie variegate denunce appena sopra menzionate, espresse in Suo indirizzo, come si suol dire, ha fatto 30, faccia anche trentuno e si occupi una volta per tutte di questa piaga di Stato che impoverisce i portafogli dei cittadini.

Di seguito descrivo dettagliatamente cosa mi ha spinto a fare questa ennesima denuncia peraltro risalente al 17 febbraio del 2015, che mi pregio di allegare una seconda volta, finita come sempre in archivio. Quindi veniamo all’antefatto:

ieri come si evince dagli allegati ho inviato in RAI Uno delle relazioni, dove secondo la mia opinione, esprimo dei dubbi, in merito a determinate dinamiche che avvengono durante il sorteggio dei premi giornalieri della lotteria di Stato, delegato alla trasmissione della Gara dei Cuochi condotta dalla Signora Antonella Clerici, e successivamente ho fatto una breve ramanzina relativa al gioco del superenalotto, alla Trasmissione la Vita in Diretta condotta dal Dott. Marco Liorni e dalla Dott.ssa Cristina Parodi.

Ma subito dopo queste mie osservazioni, che ripeto mi pregio di allegare, La rai ha mandato in onda la Pubblicità del nostro grande giocatore di Calcio della Roma, Totti, è stato mandato in onda lo spot pubblicitario del gioco di Stato 10 e lotto, ritenuto il più deleterio per le tasche dei cittadini, in quanto le giocate si susseguono ogni 5 minuti. Ritengo che a tutti i giochi d’azzardo sia vietato ogni tipo di pubblicità, come le sigarette che uccidono, ed il gioco peggio, è documentato che i giochi d’azzardo portano al suicidio.

Pertanto, chiedo che sia fatta piena luce su questi giochi d’azzardo, nominando un settore di magistrati che si occupi di supervisionare la tematica di questi giochi, e che tale trasparenza venga resa pubblica, al fine se necessario rendere queste lotterie meno truffaldine e di dare a Cesare quello che è di Cesare, ma in egual modo venga destinato il giusto ai cittadini che mettono il capitale. Attualmente lo Stato da queste lotterie percepisce il 55% degli incassi, e successivamente come ho descritto in questi allegati, adotta il gioco ASSO PIGLIA TUTTO, meglio dire presumo, faccia man bassa di tutto il malloppo, una sorta di banda bassotti. Quindi propongo, che tutte le lotterie di Stato siano più trasparenti, magari aumentare la percentuale che spetta allo Stato, ma le briciole che restano finalmente finiscano veramente nelle tasche dei cittadini, che ogni giorno cercano invano la fortuna, scambiando lucciole per lanterne diventano sempre più poveri con questo attuale sistema, che definisco come di seguito in allegato, prettamente TRUFFALDINO.

Avete Voluto il Braccio di Ferro ebbene così sia.

Concludo, nelle prime Pagine del Libro sceneggiatura Maccarolo…. Politico Da Sempre … esattamente da pagina n. 28 alla n. 29 che recentemente Egregio Dott. Francesco, Le ho consegnato brevi mano in Procura, potrà valutare al meglio di come potrebbero essere impostate in modo più trasparente queste lotterie di Stato.

Resto in attesa di questi chiarimenti, e chi è in errore paghi, ovviamente il sottoscritto essendo un paladino della Giustizia è solo un Ambasciatore.

Ossequi,

Pietro Sabato

Di seguito gli allegati promessi…

Roma, 9 Novembre 2016 ore - 20,15

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 9 Novembre c.m. di cui: Curt e male Cavat… Telefonare… Cavallo… Auto… Centrale… Controllo… E la soluzione della Ghigliottina è stata: Polizia.

Carissimo Frizzoli, vedo che siamo nuovamente ai ferri corti, intanto come promesso devo fare il mio dovere di cittadino politico, comunicando quanto promesso.

Concludo, sperando di concludere presto con la Magistratura questa mia via Crucis, e buon divertimento. Scommetto che è stato il Dott. Andrea Fabiano originario di Bari a suggerti il detto pugliese: Curt e mal cavat. Grazie per il Complimento.

Ciao Pietro

Di seguito gli allegati…

Roma, 8 Novembre 2016 ore - 21,15

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 8 Novembre c.m. di cui: Campo… Stato… Scambio… Piede… Minuto… e la soluzione della Ghigliottina è stata: Libero.

Carissimo Fabrizio, dalle opzioni e dalla soluzione della ghigliottina di questa serata, ho capito che non volete sbottonarVi più di tanto, a proposito della prima opzione collegata alla soluzione della ghigliottina, cioè: Campo libero. non ho bisogno della Vostra approvazione, in quanto ho campo libero da ben 16 anni.

Altro, per la seconda opzione, non vedo perché dovrei temere uno stato di vigilanza a piede libero, sapessi quanti personaggi invece mia dovrebbero temere questa costrizione.

Altro, è vero sono ancora Celibe, ma secondo te carissimo Fabrizio alla mia veneranda età chi mi si accatta? Ho provato a scrivere una lettera d’amore alla mia Fruttivendola, ho pensato, vista la mia esigua pensione, così mi assicuravo la frutta e la verdura a vita natural durante, sapessi quanto mi piacciono le ciliegie, sopratutto le Ferrovie, ed invece ho ricevuto una ramanzina da sua madre che ha appena 40 anni.

Carissimo Fabrizio, sono vecchio ma ho dei gusti troppo raffinati. Quindi, il mio destino è segnato, resterò per sempre allo Stato Libero.

Concludo, ritornando serioso vorrei formulare la frase, la stessa ricorrente: Ma quando si quaglia?

Ciao Pietro

P.S.: Carissimo Fabrizio, dovresti riferire alla Antonellina Clerici, che conduce la trasmissione dei cuochi, dove l’avvenente presentatrice cura anche la distribuzione dei premi della lotteria Italia, di regolarizzare in modo più trasparente i due pistolini, meglio dire i due erogatori di cui uno solo è vincente, cioè da dove fuoriesce l’aranciata, ma c’è un problema, tutti e due sono collegati ad un computer, e volendo si potrebbe con una velocissima digitazione interrompere a piacimento l’erogazione dell’aranciata, oppure il contrario assecondo se si vuole favorire l’ammanicato di turno, e che quindi il concorrente ignaro non ammanicato, qualunque erogatore dovesse scegliere, non si porterà mai a casa il doppio di quanto ha precedentemente accumulato durante il sorteggio.

Secondo il sottoscritto, i due erogatori sono truffaldini, presumo siano computerizzati, come il gioco del lotto e del superenalotto, (domani mi dilungherò anche su questo problema, riferendo alla conduttrice della trasmissione la Vita in Diretta, Signora Cristina Parodi unitamente al Dott. Marco Liorni la vera tematica dello svolgimento della lotteria Italia e del Superenalotto, una vera e propria tombola in famiglia, infatti i due conduttori l’altro ieri durante la trasmissione, presumo involontariamente abbiano commesso il reato di pubblicità occulta a favore delle lotterie di Stato, poiché si sono soffermati sulla vincita straordinaria di 173.000.000,00 milioni di euro vinti in Calabria a Vibo Valenzia, osannando il vincitore milionario, dicendo che purtroppo non si conosce la sua identità, invece Pietro Sabato presume di conoscere il vero vincitore di questi 173.000.000,00 milioni di euro, è LO STATO. Infatti per coerenza allego il volantino epocale del 17 Febbraio del 2015, dove si può toccare con mano la verità su questi giochi truffaldini di Stato, da quel tempo, mai smentiti da chi che sia. Nella mia zona di residenza di Via Gasperina e Via Cropani, sono stati distribuiti ai residenti appena 500 volantini, ne restano altri 9500. Essere! o non Essere! Cosa consigli amico mio Fabrizio? Li Divulgo? O non li Divulgo?)

e quindi facilmente ingannevoli per i concorrenti. Quindi per rendere questo momento più trasparente, e per non offendere la mia intelligenza, si dovrebbe rendere questo momento della lotteria in questo modo: basterebbero due brocche di vetro trasparente, in una inserire l’aranciata, e semplicemente coprirle con due panni, rispettivamente di colore Nero e l’altro Rosso, come il gioco della Roulette. E così vinca il migliore. E come disse il nostro famoso Avo nel 1930,: Cittadini! Volete l’acqua nelle Case? Ed il popolo rispose in Coro Siiiiiii! E il Duce replicò: Ebbene Scoperchiatele. E cosi dovrebbe fare la Signora Clerici, di scoperchiare il panno designato dal concorrente, e vinca chi indovina la brocca con l’aranciata. Facile no?

Ciao Fabrizio, e grazie per la collaborazione. Visto, anche gli Avi ci indicano la retta Via…Ari ciao Pietro, l’Aretino…Di tutti disse mal e di Cristo disse : Non lo conobbi!

Di seguito l’allegato, il volantino epocale…

Quindi, ATTENZUIONE! Chi possiede un telefonino oppure un computer, per memorizzare un numero di telefono di una persona, pigia il tasto salva, ed il numero di telefono viene conservato nella memoria del telefonino, oppure del computer, e quando lo si vuole cercare, basterà digitare il nome della persona che si desidera chiamare, e miracolosamente appare sulla schermata il numero richiesto, ebbene così potrebbe accadere nei Monopoli di Stato per salvare i numeri desiderati da fare uscire, o meno, cioè le famose palline magnetizzate, a cui affibbiare il nome: due, otto, ventitre, sessantanove, etc etc. Tutti vi chiederete, domanda: invece come si fa a sapere la combinazione dei numeri per gabbare tutti i fessi che giocano a questi giochi, presumo ruba soldi? Ripeto, ovviamente non metto in dubbio l’onestà di chi gestisce questi giochi, ma ascoltate cos’altro potrebbe accadere a vostra insaputa. Io giocatore vado in una ricevitoria e gioco dei numeri al superenalotto, oppure i dieci numeri del 10 e lotto, i giochi più deleteri, le cui giocate si susseguono ogni quattro minuti, e seduta stante la mia giocata viene monitorata, e potrebbe essere magnetizzata ed immediatamente computerizzata nel cervellone della Sede dei Monopoli di Stato S.P.A., nella stanza del Direttore Dott. Antonio Tagliaferri, che avendo di fronte il computer cervellotico si presume che nella schermata appaia una soluzione di numeri non ancora intaccata, e se nel caso lo fosse stata, da qualche numero intruso, no problem, in un nano secondo, con alcune pigiatine sulla tastiera viene creata una altra combinazione inviolata, meglio dire VERGINE. Tutti sappiamo che questi giochi sono infinitesimali, e la truffa continua fin quando il montepremi diventa un bel gruzzolo di milioni di Euro, ed Il Signor Antonio, sempre presumendo, prima della chiusura dei giochi, alla chetichella potrebbe delegare chi che sia di andare a giocare la schedina truffaldina in una ricevitoria qualsiasi, ed intascare l’intero malloppo a spese dei fessi, che hanno speso tempo e denaro per giocare e tentare la fortuna. Egregi cittadini, Istituzioni in Indirizzo in ogni caso, non so Voi tutti cosa pensiate, ma il sottoscritto ad un personaggio che si chiama Antonio, una visita di controllo nel Suo ufficio, sinceramente la farei volentieri. Vorrei sperare che dopo i dovuti controlli, le Istituzioni preposte farebbero emergere la mia verità, ma ho la presunzione che invece si archivierà la pratica con le due solite Supercazzole: IRRICEVIBILE ED INNAMMISSIBILE.

Egregio Signor Presidente unitamente ai Parlamentari Europei, fateci caso, queste due parole finiscono, con bile, esattamente come la bile di noi poveri contribuenti, che se ce la dovessero spappolare ancora di più del dovuto, saranno veramente guai seri. Riflessione, presumo di non aver bisogno di altro materiale per denunciare questi fatti, e ne tampoco ritengo trattasi di materiale di scarso valore.

Concludo carissimi cittadini la vera vincita è nelle Vostre tasche, cioè evitando di giocare a questi giochi, che secondo il mio personale parere non sono trasparenti. Altro consiglio potrebbe provenire anche dal burino di Collegno, che Vi consiglierebbe: SENTITE A ME, andate a fare la spesa con questi soldi, sarà questa, la vostra vera vincita.

Il Vostro consigliere e Sputtanetor Presidente, Pietro Sabato

Roma, 10 Novembre 2016 ore - 20,30

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 10 Novembre c.m. di cui: Amor… Nero… Cadere… Passo… Marito… e la soluzione è stata: Cielo.

Per Amor del Cielo!

Carissimo Fabrizio, questa esclamazione è più appropriata al mio calvario politico, io sono la vittima, cerchiamo di non invertire i ruoli, infatti questa mattina 10 novembre ho sputtanato per l’ennesima volta le lotterie di Stato, spero avrai letto la mia esaustiva relazione, divulgata ai quattro venti, alle ore 7,18, per poi, dopo due ore, recarmi in Piazzale Clodio,12 in Procura dal PM Dott. Francesco Polino, che sta esaminando tutte le mie controversie, ed al parcheggio del Tribunale ho dovuto sedare una lite fra tre parcheggiatori, sembrerebbe una barzelletta: un Italiano, una Zingara ed un Bengalese, che si sono offerti di trovarmi un posto in seconda fila lasciando la macchina chiusa a folle e senza freno a mano, per facilitare lo spostamento a spinta in caso di impedimento ad una vettura in uscita dal parcheggio regolare. Insomma per mettere pace fra loro, ho risolto il caso, pensando sempre al Nostro Avo Principe de Curtis, come avrebbe agito in questa situazione, infatti mi ha suggerito la solita soluzione Salomonica, cioè: di dare ai tre parcheggiatori un euro ciascuno. Così in due minuti ho sedato la rissa. Invece mi chiedo: dopo sedici anni di calvario politico, quanto altro tempo dovrò aspettare il giorno tanto agognato per avere Giustizia, e vedere finalmente cadere dal cielo la copiosa manna?

Concludo, spero che queste opzioni siano veritiere per il bene di tutti.

Io sono un gobbettino porto questo peso tutti i dì, ma quando non ne posso più, prendo la gobba e la butto giù.

Ciao Pietro

Roma, 11 Novembre 2016 ore - 11,12

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A: Presidente del Consiglio, Dott. Matteo Renzi a mezzo E - Mail

A: Ministro della Giustizia, Dott. Andrea Orlando a mezzo E mail

C.P.C. : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: l’inventore del secolo, per le lotterie di Stato, Pietro Sabato.

Egregio Signor Presidente del Consiglio Dott. Matteo Renzi, unitamente al Ministro della Giustizia dott. Andrea Orlando, il tempo stringe, volete veramente vincere il referendum ? Oppure fare la fine della CLINTON?

Ebbene questa mattina ho avuto una brillantissima idea, il tutto è basato sulle lotterie di Stato, che dovrebbe triplicare gli attuali incassi, e nello stesso tempo, avremo una lotteria più trasparente e finalmente i cittadini contribuenti non saranno più truffati.

Il costo di questa mia invenzione è di 2.000.000,00 milioni di Euro.

Prendere o lasciare.

Ossequi, Pietro Sabato

P.S.: Carissimo Fabrizio, Voi tutti della RAI che mi conoscete benissimo, fate opera di convincimento, perché il sottoscritto non è un farfallone, molte volte ha segnalato la retta via per tutti, invece non è stato mai ascoltato. Magari per il prezzo ci si può mettere d’accordo, il tutto si svolgerà dinanzi ad un Notaio, questa volta non mi faccio gabbare dal Gatto e la Volpe della RAI, cioè dal Gatto Vespone e dalla Volpe Del Noce.

Ciao Pietro

Roma, 11 Novembre 2016 ore - 20,15

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 11 Novembre c.m. di cui: Forte… Unico… Ricco… Doccia… Sasso… e la soluzione della Ghigliottina è stata: Piatto.

Carissimo Fabrizio, ho intuito che avete letto la mia e mail delle ore 11 di questa mattina, per cui spero per il bene del mio Paese e soprattutto di tutti noi cittadini, si possa attuare questa nuova strategia di lotterie nazionali, evitando di cadere nell’illecito, ma in una nettissima trasparenza con grandi profitti per tutti. Un vero e proprio: Piatto Ricco mi ci ficco!

Concludo, spero di essere presto contattato, se si vuole veramente salvare Capre e Cavoli. Cioè anche il Referendum del Si.

Ciao Pietro

Roma, 12 Novembre 2016 ore - 20,26

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 12 Novembre c.m. di cui: Quagliare… Ufficio… Cambio… Visita… 68… Archimede… e la soluzione della ghigliottina è stata: LEVA.

Carissimo Fabrizio, avevo sperato che l’opzione più consona alla mia situazione fosse stata Rimborso che collegata con quagliare, sarebbe stato un bellissimo messaggio subliminale. Per quanto riguarda il servizio di leva sono stato riformato, per causa di un incidente di infanzia, avevo appena sei anni, mi cadde una colonna di tufo sulle gambe, che mi procurò la filatura del piatto tibiale, e per errore del medico di famiglia, che mi ingesso la gamba, mi ha procurato un valgismo del ginocchio, che ho risolto all’età di 33 anni, sono stato operato nel 1975 al CTO di Roma, come ho raccontato tante volte, dal grande Professor Rampoldi.

Concludo, tengo a precisare che non ho mai partecipato ai tumulti del 68, odiavo la politica, invece, datemi una leva e vi solleverò il mondo è stata anche una mia vecchia citazione, che spero presto di realizzare. Allora quando si quaglia? Quando riceverò questa visita?

Ciao Pietro

Roma, 14 Novembre 2016, ore 9,52 aggiornamento della relazione in allegato, ho dimenticato di menzionare altri particolari importati.

Ciao Pietro

Roma, 13 Novembre 2016 ore - 21,33

DA: Pietro Sabato, Presidente Nazionale del Partito Italiano Nuova Generazione,

A : Trasmissione L’eredità in onda su Rai Uno, alla Cortese Attenzione del Dott. Fabrizio Frizzi e del Direttore di Rai Uno Dott. Andrea Fabiano, E - mail diretta: info@tvzoom.it

Oggetto: commento delle opzioni e la soluzione della ghigliottina andata in onda nella serata del 13 Novembre c.m. di cui: Avere… Oro… Selvaggio… C’era… Fortunato… e la soluzione è stata : Ragazzo.

Carissimo Fabrizio, all’inizio della trasmissione mi sono allarmato ascoltando l’opzione, che definisce la parola che segue il detto: fine del discorso e buonanotte: cioè; ai suonatori. Ma valutando le opzioni e la soluzione della ghigliottina mi sono rincuorato. Sicuramente l’appellativo di Ragazzo secondo la mia veneranda età non mi si addice, invece ragazzo d’oro, qui non ti sei sbagliato, ad oggi avendo fatto incassare più di 600.000.000,00 milioni di euro allo Stato per il motivo che voi tutti conoscete, ho anche scoperto il modo per arricchire capre e cavoli, cioè sia lo Stato, che ancora per sbarcare il lunario rovista nelle tasche dei cittadini, e finalmente se si dovesse approvare il mio format televisivo delle lotterie di Stato, finalmente i cittadini saranno tutelati ed inizieranno a vedere il colore del denaro.

Altro: oggi ho seguito la trasmissione di Giletti, ho fatto due conti con il pallottoliere del nostro avo Principe de Curtis, facendo la seguente valutazione paragonando l’operato del Dottore 007 delle Ferrovie dello Stato, che avendo indagato e poi denunciato il Suo direttore Generale che con la carta di credito dell’azienda aveva fatto spese pazze non consentite dalla legge, sino a 430.000,00 mila euro. Per farla breve, questo Dottore giustiziere, che ha sputtanato (nel mio linguaggio) questo gravissimo reato, invece di essere lodato, stranamente è stato invece licenziato dalle Ferrovie dello Stato. Quindi, paragonando il mio comportamento sbarazzino sputtanatore, cosa dovrei aspettarmi dalla Giustizia di Stato?

Altro: ieri ti ho riferito che non ho mai partecipato ai moti del 68, perché non approvavo il sistema, ma tu avrai giustamente pensato: allora perché Pietro si definisce politico da Sempre? Ebbene adesso mi spiego per l’ennesima volta, carissimo Fabrizio, più di una volta ho dichiarato il motivo per cui mi sono definito politico da sempre, perché sin dalle elementari facendo il capo classe dalla prima elementare sino alla quinta, e quello che ho combinato in quinta, quando accecai con il cancellino della lavagna intriso di gesso lanciato con violenza contro gli occhi del mio compagno Giovanni Leone, e non era sicuramente il babbo del mio amico di Merenda Giancarlo, ma era un ripetente ribelle che si lamentava continuamente durante l’assenza del Maestro, mentre assumevo l’ordine della scolaresca. Poi la storia la conoscete tutti se avete letto il mio libro Maccarolo. Altro: poi crescendo sono peggiorato, addirittura ricorderete la guerra imbastita nella villa dei gemelli Intonti, Michelino e Donatino. Io in modo pacifico con il mio amico PINUCCIO (tengo a precisare, non è lo stesso di Striscia la Notizia), con botti silenziosi, invece i miei nemici il giorno successivo, esagerando con lanci di tric trac botticelle e bombe a mano, ed il gioco è finì subito, dal troppo rumore. Arrivò la governante Mariana sculan sculan (perché aveva appena fatto la doccia) che interruppe i giochi divenuti alquanto rumorosi e pericolosi.

Altro: vogliamo aggiungere i dispetti che facevo ai miei compagni nelle classi delle Medie?

Carissimo Fabrizio tutto questo per me è politica infantile, e devo riferirti un fatto che non ho mai raccontato a nessuno, perché, non mi riempie d’orgoglio, ma giunti a questo punto devo confessarmi. Quindi il fatto: avevo appena 14 anni, per questo mio comportamento da supermen, dispettoso verso i miei compagni, ripeto, sempre nei limiti dello scherzo, cioè, senza mai venire alle mani, perché non c’era motivo. (ripeto, sono tutti episodi descritti nel mio libro e spero li abbiate letti.) Pertanto, fu organizzata una azione punitiva contro il sottoscritto, da alcuni ragazzi dell’avviamento che io non conoscevo, questi, sapendo delle mie bravate continue, davanti a tutti ed all’ingresso dell’Istituto della Scuola Media del Ginnasio e del Liceo Classico, mi hanno sollevato di peso e catapultato giù in un dirupo profondo 7 metri, adiacente all’Istituto, mi sono salvato grazie al mio atletismo, perché sono caduto flettendo bene le ginocchia e grazie al contadino che aveva qualche giorno prima arato il terreno, mi sono guardato intorno e sono tornato a scuola, come se non fosse accaduto nulla. Non denunciai il fatto ai Carabinieri, e neanche ai miei famigliari. Tutti avevano visto la scena, e quando i miei compagni mi hanno visto rientrare con qualche minuto di ritardo, cioè, dopo la campanella, ho creato ancora di più panico, per essermi salvato da quel vile gesto e senza subire alcun graffio, quindi da quel momento sono diventato un vero supermen, tutti mi temevano. Questi ragazzi che mi hanno catapultato nel burrone, ripeto, non li ho mai conosciuti, ma dopo circa 40 anni, quando mi sono recato a Putignano in visita dai miei parenti, mi sono stati presentati, dal mio amico di banco epocale della V elementare, Vincenzo Sportelli. Ovviamente si sono scusati, ed il io li ho ringraziati, perché da quel momento mi sono sentito forgiato come uomo, avendo la sensazione di essere diventato immortale. Altro, dimenticavo il calvario di 13 anni subito da dipendente dell’ AVIS RENT A CAR, (i primi anni la sede era in via Ombrone, in Roma, e successivamente la sede si è trasferita in via Tiburtina 1231), tutti i soprusi subiti, e le molteplici bravate, ho fatto annullare al sindacato di allora lo sciopero per il rinnovo del contratto, facendo risparmiare alla Società svariati milioni, mi ripeto, sono tutte storielle raccontate nel mio libro : Maccarolo…Politico da sempre… e nel supplemento propedeutico alla stessa sceneggiatura, quindi, sono tutte prove che inducono a pensare di essermi comportato da vero politico, ma il più lindo di tutti, più lindo di mastro lindo.

Conclusione, carissimo Fabrizio, un ragazzo che subisce un attentato a quattordici anni, secondo la mia interpretazione può essere definito un vero politico immortale.

Ora basta, Fabrizio, ti ho raccontato tutto di me, ora cerca di essere riconoscente, dimmi: quando si quaglia?

Io sono politico da Sempre, alla nascita pesavo 5 Chilogrammi, Un Uomo di Peso divenuto poi, anche di peso per la Società truffaldina.

Ciao Pietro.